INDEX

FACEBOOK
INSTAGRAM
PINTEREST

COLLEZIONI

RICHIEDI CATALOGHI

Maggio 29, 2024

L’Evolvere dell’Illuminazione di Design

evolvere illuminazione di design

L’illuminazione è sempre stata determinante nella definizione degli ambienti sia della casa che per quanto riguarda gli spazi contract, ma anche gli uffici, le zone indoor e quelle outdoor. Oggi più che mai è importante capirne il valore, soprattutto quando stiamo progettando per la prima volta gli spazi che andremo a vivere ogni giorno. L’evolvere dell’illuminazione di design è un argomento affascinante che ci serve proprio a capire meglio come è cambiata l’illuminazione nel corso degli anni e come scegliere le soluzioni più adatte per definire, arredare e illuminare la nostra casa.

L’evolvere dell’illuminazione di design è un vero e proprio viaggio che ci permette di conoscere come siamo passati dall’utilizzo di fonti luminose semplici ed essenziali per illuminare i nostri ambienti a sistemi innovativi dove la tecnologia e l’elemento decor hanno contribuito allo sviluppo di lampade di design uniche, oggetti funzionali e d’arredo che oggi sono sempre più irrinunciabili.

L’evolvere dell’illuminazione di design: l’esigenza della luce

La scelta di illuminare un qualsiasi spazio nasce da un’esigenza, quella di sentirsi al sicuro. Non parliamo soltanto della possibilità di urtare qualcosa al buio, di poterci far male, ma ci riferiamo anche alla sensazione di comfort che si prova in una stanza ben illuminata. Intendiamoci, il concetto di comfort collegato all’illuminazione ovviamente non è riferito soltanto a illuminare nel modo giusto una stanza buia, ma anche scegliere delle tipologie di luci che ci permetteranno di creare un ambiente adeguatamente illuminato, evitando anche luci troppo forti o accecanti, ma anche colore e temperatura di una lampadina e l’integrazione di fonti luminose naturali.

L’evolvere dell’illuminazione di design ha posto l’accento sulla scelta del tipo d’illuminazione, delle lampade giuste, ma anche di un’illuminazione su più livelli, a strati, dove a una luce principale vengono abbinate altre luci secondarie per dare supporto e creare un’illuminazione più dinamica grazie a un gioco di luci e ombre.

Illuminazione e design: quanti luci avere in casa

Il concetto di illuminare bene gli spazi di casa è molto cambiato negli ultimi anni. Se fino a qualche decennio fa un solo grande lampadario sembrava sufficiente per illuminare un’unica stanza – come ad esempio il soggiorno -, adesso siamo molto più consapevoli, anche grazie ai consigli di blog di arredamento e designer, che una sola lampada non garantirà mai una luce performante, nemmeno in un ambiente piccolo.

L’evoluzione dell’illuminazione di design nell’architettura e nell’arredamento ha cambiato il nostro modo di concepire, definire e vivere gli spazi. Quanti luci devono esserci in casa? Non possiamo stabilire un numero preciso, ma possiamo indicarti le tipologie di luci che dovresti valutare e integrare per illuminare nel modo corretto il tuo appartamento.

Tipologie di luci per ambienti accoglienti

Prima di tutto, ogni ambiente deve essere illuminato in modo uniforme, qualsiasi stanza o spazio sia e qualunque siano le sue dimensioni. Per farlo, abbiamo bisogno di un’illuminazione generale che si ottiene grazie a una fonte luminosa indiretta. Quali lampade di design scegliere per una luce uniforme? Una plafoniera, una lampada da soffitto, ma anche dei pratici faretti incassati al soffitto.

Tieni presente che, se fino a qualche anno fa, la plafoniera era da sempre stata la soluzione più scelta per questo tipo di luce, l’evolvere dell’illuminazione di design ha fatto in modo che altre proposte, più moderne, oggi vengono preferite. In realtà anche una lampada a sospensione può essere un’ottima soluzione per un’illuminazione uniforme, ma bisogna valutare bene l’altezza – oltre al modello e alle dimensioni – a cui installarla che può cambiare in base al luogo scelto e a ciò che dovrà illuminare.

Lampada a sospensione linea Pi

La precisione formale e la rigorosità dei volumi è il carattere distintivo di questa collezione che, coniugando sapientemente forme geometriche regolari a pattern caratteristici ed elementi tecnici a scomparsa, compone figure di grande impatto e quasi metafisiche, capaci di inserirsi senza alcun problema in ambienti di differente ispirazione e carattere. Disponibile in molte varianti e applicazioni, la collezione Pi fa un ineccepibile utilizzo delle tecniche di decorazione ceramica, che riquadrano superfici ricche, piacevoli e bilanciate.

In base alle tendenze di design del momento e alle esigenze illuminotecniche di oggi, una lampada a sospensione colorata con fascio luminoso pieno, è perfetta per un tipo d’illuminazione generale. A questa poi abbineremo altre fonti di luci, come una luce diretta e concentrata.

Cosa comporta questo tipo d’illuminazione? Oltre a supportare la luce generale, illumina grazie a fasci luminosi diretti che sono molto utili per mettere in evidenza arredi, angoli definiti, ma anche le aree lavoro come i piani in cucina, tipo il piano cottura, un bancone, il top di isole e penisole, e ovviamente le scrivanie.

E un tavolo in cucina o in sala da pranzo, come può essere illuminato nel modo giusto? Se stai cercando un’illuminazione definita ma che non sia invadente, anche qui una lampada a sospensione è un’ottima soluzione. A che altezza appendere una lampada a sospensione per illuminare un tavolo? La distanza tra il piano del tavolo e la lampada dovrebbe essere compresa tra i 75 e i 90 cm.

Quali sono le lampade di design che garantiscono un’illuminazione diretta? Sono tutte le lampade direzionabili, quindi applique da parete, lampade da tavolo e anche i più compatti faretti con braccio.

Ecco tre esempi di lampade di design con luce diretta.

Faretti direzionabili linea Savona

Savona è una linea completa di faretti in ceramica dipinta a mano pensata per completare l’illuminazione degli ambienti laddove sono necessari punti luce discreti e al tempo stesso originali. L’ottone scelto per le parti metalliche riscalda e dà un tocco di eleganza.

Design minimalista nell'illuminazione

Lampade da parete linea 50s

Lampade dalle linee minimal ispirate allo stile dell’America degli anni ‘50, realizzate con effetto anticato all’interno. Grazie alla doppia apertura permettono la diffusione della luce anche verso l’alto.

Eleganza delle forme e dei colori, un passato che si proietta nel futuro caratterizzando con la luce ambientazioni ricche di charme.

Lampade da tavolo Mateca

Minimalismo nordico per linee e scelta dei materiali. L’inserto in legno nel rigoroso cemento scalda anche gli ambienti più razionali e moderni. Originale nella forma, oltre che nell’abbinamento ceramica e legno, il lume offre una luce soffusa grazie al particolare sistema d’appoggio.

Le lampade con luce diretta sono anche molto utili per illuminare l’arte in casa.

La luce indiretta e la luce diretta sono necessarie quando si progettano gli spazi di casa, e sono correlate tra loro, ma l’evolvere dell’illuminazione di design ci suggerisce di integrare anche altri tipi di luce di supporto, e cioè: la luce diffusa e la luce d’atmosfera.

Si tratta di 2 tipi d’illuminazione che stiamo riscoprendo soprattutto negli ultimi anni perché esulano da una componente prettamente funzionale, ma sono soprattutto luci accoglienti, che vanno a creare un’atmosfera rilassata in casa. Inoltre le lampade di design che ci permettono questi tipi di luci sono molto versatili, compatte e facili da integrare negli ambienti. Stiamo parlando di applique (non per forza con bracci), faretti a soffitto (non direzionabili), lampade da tavolo e lampade da terra (piantane).

Vediamo insieme qualche esempio dal nostro catalogo Ferroluce.

Lampada da tavolo linea Batucada: luce diffusa

Una lampada da tavolo piccola e colorata ma che dà personalità gli spazi con il suo particolare design. Questa proposta parte della linea Batucada.

Proprio per omaggiare le mani dei percussionisti brasiliani, capaci di batucar i tamburi e far danzare la gente in una mescolanza di musica e religione, Batucada sembra voler tenere la sorgente, preziosa fonte di luce, tra due mani, celandola o rivelandola all’occorrenza.‎

Lampada da parete linea Pompei

Una lampada da parete compatta e graziosa della linea Pompei. Una serie che riprende i vecchi lumi di un tempo sostituendo le candele con i più comuni sistemi di illuminazione moderna ma conservandone il sapore nostalgico. Applique e lampade da tavolo hanno basi in ceramica dipinta a mano secondo stili differenti per adattarsi ad ogni ambiente.

Illuminazione d'accento

Lampada da terra L’Aquila

L’Aquila è una lampada da terra dal design delicato, facile da spostare dove vuoi. Diffusori plissettati in ceramica dai profili dipinti a mano evidenziano la maestria degli artigiani che si dedicano a preservare tradizioni antiche. Una linea che si presta ad arredare non solo gli ambienti domestici ma anche locali pubblici dallo stile classico o country.

L’evolvere dell’illuminazione di design: soluzioni sostenibili

Per concludere, non dimentichiamo come l’illuminazione di design sta subendo continue trasformazioni grazie anche alla crescente attenzione alla sostenibilità e all’efficienza energetica. L’illuminazione sostenibile è sempre più importante da integrare nella progettazione dei nostri spazi abitativi. Il suo scopo è quello di ridurre l’impatto ambientale e promuovere l’efficienza energetica anche grazie all’uso di materiali ecocompatibili come la tecnologia a LED.

Nella realizzazione di lampade di design per un’illuminazione sostenibile saranno impiegati materiali naturali e riciclabili, sia nella produzione delle lampade che dei componenti interni. Approfondisci l’argomento leggendo anche la nostra guida sull’illuminazione sostenibile.