INDEX

FACEBOOK
INSTAGRAM
PINTEREST

COLLEZIONI

RICHIEDI CATALOGHI

Aprile 19, 2024

Come l’illuminazione influisce sul benessere in casa

illuminazione influisce sul benessere

L’illuminazione ha diversi ruoli quando si arreda casa. Le lampade definiscono gli spazi, li rendono accoglienti e li decorano grazie al design, i colori e i materiali. Sono considerate sempre più essenziali nella scelta dell’arredamento; questi complementi di design sono importanti anche per creare la giusta atmosfera, influendo direttamente sulla percezione degli spazi in cui viviamo e ci muoviamo, ma anche sul benessere e il comfort ricercati in casa. Come l’illuminazione influisce sul benessere in casa? Te lo spieghiamo nel dettaglio nella nostra guida!

Come le lampade di design disegnano gli ambienti

Le lampade di design sono tra i complementi d’arredo più acquistati per arredare casa proprio per la loro funzionalità e perché ci permettono di definire gli ambienti con un tocco originale e ricercato. Spesso basta una lampada colorata per cambiare completamente la percezione che abbiamo di uno spazio, sia per quanto riguarda l’estetica generale dell’ambiente che per il senso di comfort e benessere che vi attribuiamo.

Una lampada da tavolo che illumina un angolo di lavoro, come la scrivania, dona subito una sensazione di sollievo ai nostri occhi e, allo stesso tempo, definisce con personalità il piano da lavoro.

Le lampade disegnano gli spazi e li rendono più accoglienti, basta solo trovare il modello giusto per le nostre esigenze.

Come l’illuminazione influisce sul benessere in casa

L’illuminazione ha tantissimi ruoli. Le lampade illuminano gli ambienti rendendoli più funzionali e accoglienti. Un sistema illuminotecnico studiato ad hoc rende la casa davvero abitabile. Pensaci bene, possiamo avere tutto l’occorrente a disposizione, ma se gli spazi non sono illuminati bene, non riusciremo a muoverci e a svolgere tutte le nostre faccende quotidiane in casa. Basta una lampadina fuori uso per rendere una stanza più buia e angusta.

Anche un ambiente che “viviamo” perlopiù di notte come la camera da letto in cui, in teoria, le luci dovrebbero essere utilizzate meno rispetto alle altre stanze della casa, se non è illuminato bene diventa poco accogliente. Il nostro benessere in casa è strettamente legato all’illuminazione.

Vediamo tutti i motivi per cui è indispensabile illuminare bene gli ambienti di casa e come l’illuminazione influisce sul benessere generale di chi vive la casa.

Perché illuminare bene casa

Prima di tutto, le lampade ci permettono di rendere tutti gli ambienti più accoglienti. Facciamo degli esempi.

Siamo con degli amici in soggiorno, stiamo chiacchierando sul divano in compagnia. Finché la luce naturale è ben presente in questo ambiente, non abbiamo necessità di accendere luci, ma verso sera, se non bilanciamo con l’illuminazione giusta, cominceremo ad avvertire un certo fastidio e nemmeno i nostri ospiti si sentiranno più a loro agio. Basta scegliere la giusta lampada per creare un’illuminazione uniforme e rasserenante.

Un altro esempio che sicuramente tutti coloro che studiano o lavorano al PC avranno provato, riguarda la necessità di trovare la giusta illuminazione quando si lavora o magari si legge un documento o un libro. I nostri occhi risentono di più la fatica se non illuminiamo in modo ottimale l’area dedicata allo studio o al lavoro.

Stessa cosa vale in cucina. L’angolo cottura deve essere sempre ben illuminato per permetterci di cucinare i nostri manicaretti senza affaticarci.

Sono tre esempi in cui possiamo incorrere quotidianamente e che hanno tutti soluzione, ma che soprattutto ci mostrano concretamente quanto la scelta delle lampade di design e dell’illuminazione giusta sia fondamentale a partire dai piccoli gesti quotidiani, come cucinare o guardare la TV.

Nella guida come illuminare l’angolo TV senza affaticare gli occhi ti spieghiamo nel dettaglio tutto.

Consigli per illuminare bene casa

Come facciamo a creare la giusta illuminazione in casa? Prima di tutto dobbiamo partire dagli ambienti in cui andremo a inserire le lampade. Il tipo di ambiente ne definisce la funzione e quindi le attività che andremo a svolgere.

Illuminare bene il soggiorno: consigli

In soggiorno possiamo scegliere dalle 3 alle 5 lampade. Ti sembrano troppe? Parti dal presupposto che bisognerebbe partire da una fonte luminosa principale che va a illuminare tutta la stanza. Un unica lampada però non sarà mai sufficiente, specialmente se il soggiorno è grande. A questa lampada principale vanno affiancate delle luci secondarie. Collocheremo le fonti luminose di supporto in base alle attività da svolgere.

Nella zona TV aggiungeremo una lampada da parete o una piantana per guardare meglio la TV di sera. Se invece abbiamo un angolo lettura, una bella lampada da terra sarà perfetta per rendere più accogliente questo spazio. Vuoi ravvivare la zona seduta, dove hai sistemato divano e tavolino? Puoi anche optare per un una lampada a sospensione colorata.

Lampada a sospensione colorata: linea Afoxé

Nella collezione Afoxé la rigidità delle superfici viene interrotta da immaginari tagli netti: una gabbia sembra stringersi attorno a un volume che, al contrario, preme per uscirvi e trasmettere la propria vitalità, a sua volta testimoniata dal dinamismo delle finiture lucide e brillanti.‎

Illuminare bene la cucina: consigli

La cucina è uno degli ambienti più pratici della casa ed è importante creare uno spazio che sia funzionale e confortevole. Le lampade ci aiutano a ricreare un ambiente di lavoro perfetto puntando su 3/4 soluzioni in base alla grandezza della cucina e scegliendo bene le zone che vogliamo illuminare.

Oltre alla classica lampada da soffitto, la plafoniera, che viene spesso consigliata, possiamo optare anche per diverse combinazioni.

Faretti per un’illuminazione generale a cui abbineremo una lampada con luce diretta. Potrebbe essere una lampada a sospensione per illuminare l’isola o un banco da lavoro, quindi un’illuminazione secondaria più diretta perché va a ravvivare un’area della cucina specifica.

Un’altra idea potrebbe essere quella di abbinare alla plafoniera delle lampade da parete che possiamo scegliere per un piccolo tavolo da pranzo collocato proprio accanto alla parete. Le applique in questo caso sono perfette perché creano un angolino ricercato.

Ovviamente non dimenticare di illuminare l’angolo cottura. La luce scelta deve essere diretta e ben equilibrata. Ricorri a un punto luce sotto i pensili.

Lampada da parete: linea 50s

Lampade dalle linee minimal ispirate allo stile dell’America degli anni ‘50, realizzate con effetto anticato all’interno. Grazie alla doppia apertura permettono la diffusione della luce anche verso l’alto.

Illuminare bene la camera: consigli

In camera da letto possiamo scegliere anche due fonti luminose. La prima sarà una lampada con luce diffusa. Il fascio luminoso sarà pieno e diffuso per illuminare allo stesso modo tutto lo spazio. A questa lampada che può essere una plafoniera, o dei faretti per un soffitto arricchito da punti luminosi, aggiungeremo delle lampade da tavolo, come le abat-jour da sistemare sui comodini ai lati del letto.

Hai una toletta da trucco? Puoi aggiungere una lampada da terra in stile classico per dare un tocco di ricercatezza al tuo angolo beauty.

illuminazione influisce sul benessere

Lampada da comodino: linea Napoli

Quando l’abilità artigianale e la creatività riescono a sorprendere. Le lampade dai decori floreali della linea Napoli sono caratterizzate da elementi che riproducono i passanastri dei tipici lavori all’uncinetto e che le rendono personalizzabili in base agli arredi.

Illuminare bene il bagno: consigli

Quando si arreda casa non dovremmo mai trascurare il bagno, specialmente riguardo la scelta delle lampade. Quante lampade occorrono per illuminare bene questo ambiente? Volendo anche massimo due. Una plafoniera, o dei faretti, a cui aggiungeremo delle lampade da parete da mettere ai lati dello specchio, o un’unica applique sulla specchiera.

illuminazione influisce sul benessere

Applique a parete per illuminare specchi e specchiere

Una forma semplice e una verosimile riproduzione dell’erosione del tempo, abbinate all’impiego di superfici lucide, danno quel valore in più all’applique, rendendola perfetta per illuminare quadri e specchi vintage.

Come l’illuminazione influisce sul benessere: conclusioni

Un altro consiglio su come l’illuminazione influisce sul benessere riguarda anche il tipo di luce. Meglio luce calda o luce fredda? La scelta del colore della lampadina dipende dalle attività da svolgere e dallo stile d’arredo degli ambienti. Teniamo conto però anche delle nostre preferenze, senza dubbio.

Leggi anche la guida meglio luce calda o luce fredda in casa per saperne di più.

Una luce intensa o magari troppo fredda può risultare fastidiosa, ma una luce più morbida può non bastare per determinate attività. La regola da ricordare è che una luce fredda è più stimolante, quindi la si può scegliere per attività in cui è richiesta maggior concentrazione. Una luce calda è più accogliente invece, e si potrebbe optare proprio per questa durante la lettura di un libro, prima di andare a dormire.