INDEX

FACEBOOK
INSTAGRAM
PINTEREST

COLLEZIONI

RICHIEDI CATALOGHI

Luglio 9, 2024

L’Art Nouveau e l’illuminazione: stile e innovazione

Art Nouveau e illuminazione

Il movimento artistico Art Nouveau ha avuto un impatto importante nella definizione del design delle lampade. In questa guida vogliamo mostrati come Art Nouveau e illuminazione sono collegate tra loro, quali sono i designer del periodo più famosi e come fare per riportare oggi quell’estetica ricercata nelle nostre case moderne con le lampade Ferroluce.

Come nasce l’illuminazione moderna? Breve excursus storico

La storia dell’illuminazione è fatta di tappe fondamentali che riguardano non solo la funzionalità ma anche l’aspetto delle fonti luminose.

Nella guida sulle origini dell’illuminazione abbiamo visto che l’uomo ha scoperto quasi per caso l’illuminazione, ossia quando è entrato in contatto per la prima volta con il fuoco. La scoperta del fuoco è stata per tanti versi una rivelazione, un momento fondamentale della storia dell’umanità. Quando l’uomo ha imparato ad accenderlo e a controllarlo, ha anche capito come ottenere una fonte di luce e calore. In un certo senso, rapportandoci a questa scoperta, potremmo dire che l’illuminazione nasce come necessità perché appunto il fuoco serviva, in primis, a tenere lontani gli animali feroci e quindi veniva impiegato all’esterno (la domesticazione del fuoco da parte dell’uomo moderno risale a 125.000 anni fa).

Dal fuoco – dall’utilizzo della fiamma come illuminazione – siamo passati poi all’illuminazione a gas e all’ l’illuminazione elettrica, quella che oggi conosciamo bene e che utilizziamo, seppur con tecnologie diverse da quando è stata inventata (siamo nel 19 secolo).

Leggi tutto sull’illuminazione nel 19 secolo

Storia dell’illuminazione: il design delle lampade

La nascita dell’illuminazione però non combacia con un’attenzione prettamente estetica delle lampade, anzi. La funzionalità era più importante dell’aspetto, e infatti non riscontriamo particolari accorgimenti per l’oggetto lampada, ma solo per la sua mera funzionalità.

Le lampade dovevano soltanto illuminare, non decorare gli spazi. Paradossalmente, troviamo più attenzione all’estetica delle lampade per l’illuminazione esterna, ossia dello spazio urbano, piuttosto che a quelle delle lampade da interno. Il motivo? Consideriamo che si trattava di un periodo di forte industrializzazione, la lampadina era stata da poco perfezionata e si stava imponendo su vasta scala. L’illuminazione elettrica era una tecnologia nuova e, come tutte le nuove scoperte, le persone dovevano abituarsi a questo nuovo strumento e alla sua funzione.

Quando la lampada diventa da oggetto pratico anche accessorio decorativo? È proprio con l‘Art Nouveau che si comincia a dare più importanza e definizione all’estetica delle lampade.

Che cos’è l’Art Nouveau?

L’Art Nouveau, definito anche Stile Liberty in Italia, è un movimento artistico e architettonico che si sviluppò tra la fine del XIX secolo e l’inizio del XX secolo. È molto importante perché ha definito e influenzato tutto ciò che riguardava le arti figurative e le architetture dell’epoca, creando un immaginario che ancora oggi suscita un enorme fascino.

Quali sono le caratteristiche dell’Art Nouveau?

È uno stile espressivo particolarmente riconoscibile. Le linee sono fortemente ornamentali, prende ispirazione dal mondo della natura con linee curve, fluide e dinamiche. Il richiamo alla natura è voluto anche per distaccarsi del tutto dall’industrializzazione del periodo precedente.

Cosa c’entra l’Art Nouveau con l’illuminazione? L’influenza dell’Art Nouveau si fa sentire in tutto il campo dell’artigianato e del design sia per i temi che per le forme, ma anche per un utilizzo più espressivo dei materiali.

È in questo periodo che si afferma anche il movimento artistico Arts and Crafts con William Morris. Lo scopo dell’Arts and Crafts è di porre l’artigianato come lavoro dell’uomo ed espressione dei suoi bisogni, dando valore alle opere fatte a mano e ponendosi in antitesi alla produzione industriale.

 

 

Art Nouveau e Illuminazione: il design delle lampade

L’Art Nouveau ebbe un impatto significativo anche nel design dell’illuminazione. Lampade e lampadari vennero concepiti come preziosi gioielli, vere e proprie opere d’arte, combinando insieme, per la prima volta, funzionalità ed estetica.

Oggi è difficile che anche le più belle lampade di design possano raggiungere quel tipo di estetica, anche se ci sono molte imitazione di quel particolare stile.

Quali erano le caratteristiche principale delle lampade Art Nouveau?

Le lampade in stile Liberty erano davvero particolari. L’ispirazione era sempre il mondo della natura, con motivi floreali, steli e foglie in particolare, l’utilizzo del vetro con cui si venivano a delineare dei mosaici colorati che riflettevano una luce piena e variopinta. Ampiamente impiegati erano anche il ferro battuto e i metalli in generale, oltre al vetro colorato.

La lampada Tiffany: design ricercato dal fascino senza tempo

Quali sono le lampade più famose tra le creazioni ispirate dall’Art Nouveau? La lampada Tiffany è senza dubbio la più celebre. Si tratta di una lampada con paralume fatto di vetro e disegnato da Louis Comfort Tiffany e il suo studio di design. Le lampade Tiffany, ne esistono diversi modelli, riprendono appieno tutte le caratteristiche del movimento dell’Art Nouveau. La prima lampada Tiffany fu realizzata nel 1895. Ovviamente ogni lampada era realizzata a mano.

Una piccola curiosità: il designer di questa lampada in realtà non era Louis Comfort Tiffany, ma un’altra artista, Clara Driscol che era capo del Reparto femminile di taglio del vetro dei Tiffany Studios.

Il vetro Tiffany è quindi il nome di molti tipi di vetro pensati e prodotti dal 1878 al 1933 nei Tiffany Studios di New York, da Louis Comfort Tiffany e da diversi designer tra cui anche Clara Driscoll. Tiffany nasce come disegnatore d’interni, ma nel 1878 si interessò alle vetrate. Tra le altre cose, brevettò il vetro Favrile (1892) con superficie brillante.

Art Nouveau e illuminazione oggi

Oggi ci sono tantissime lampade di design che riprendono l’estetica delle lampade Tiffany. Oltre alle lampade d’ispirazione floreale, lampade con paralumi in vetro colorato, in quel periodo erano molto popolari anche sontuosi lampadari di cristallo.

Se stai cercando delle lampade che vanno a riprendere i fondamentali dell’estetica dello Stile Liberty, ti consigliamo lampade con decori e motivi floreali, lampade compatte e colorate, o anche lampadari pendenti e lampadari a gocce di cristallo. Vediamo qualche proposta Ferroluce.

L’Art Nouveau e lampade di design moderne: idee 2024

Hai diverse soluzioni per riportare quel tocco iconico dell’illuminazione Art Nouveau. Nel nostro catalogo, nella sezione Classic, ci sono diversi modelli di lampade in ceramica con decori ispirati alla natura – motivi floreali in particolare – tutti realizzati a mano.

Se però hai arredato casa in stile contemporaneo, punta su lampade colorate preferendo i colori moda di quest’anno come il verde e un blu caldo.

Art Nouveau e illuminazione

Lampada a soffitto Siena

Il vetro sabbiato sfumato dona alle lampade della linea Siena una delicata leggerezza che compensa la ricchezza delle lavorazioni artigianali delle rose in ceramica e dei rami frondosi in metallo. Per illuminare gli ambienti punteggiandoli con la forza rigogliosa della natura.

Lampadario a sospensione Napoli

Quando l’abilità artigianale e la creatività riescono a sorprendere. Le lampade dai decori floreali della linea Napoli sono caratterizzate da elementi che riproducono i passanastri dei tipici lavori all’uncinetto e che le rendono personalizzabili in base agli arredi.

Lampadario a sospensione Sanremo

Decisamente nostalgica la linea Sanremo che evoca il passato, quando l’illuminazione degli ambienti era affidata alla luce fioca delle candele. Ottone verniciato ed anticato e decorazioni floreali manuali rendono ogni lampada un gioiello.

Illuminazione d'accento

Lampada a sospensione colorata Lariat

Come in un gioiello, i brillanti elementi ceramici di Lariat si susseguono verticali a formare una variegata catena multicolore, che procede alternando le geometrie sino ad arrivare all’elemento più prezioso che si trova alla sua estremità e che contiene l’elemento luminoso. Lariat esiste in diverse versioni e varianti, a comporre diverse lunghezze e tipologie di impiego, tutte composte da piccole perline ceramiche con smaltatura lucida e colori freschi e contemporanei.

Lampada a sospensione colorata Selaron

La forma scalettata della lampada prende a modello l’escadaria più famosa del Brasile, decorata dall’artista Jorge Selaròn, e raffigura la continua evoluzione stilistica di Ferroluce, unendo la passione per l’innovazione con la continua sperimentazione di forme e colori.

Lampada a sospensione Bellota

La regolarità della superficie, un’ispirazione fitomorfa espressa da un solido di rivoluzione che alterna rigorosità lineare e morbidezza curvilinea, la tecnica decorativa dell’ingobbio che esalta i volumi con finiture lucide e opache sono le caratteristiche principali di una lampada a emissione diretta, la cui sorgente emerge dal volume principale senza venire schermata, per massimizzare l’emissione luminosa